Avvocato Responsabile

Symbol of law and justice, law and justice concept, focus on the scalesTutti i lavori hanno le loro difficoltà.

Nel caso delle professioni intellettuali, le difficoltà sono tantissime: non per nulla essere un avvocato è difficile, e gli avvocati più bravi, più preparati, correttamente possono godere di un altissimo e riconosciuto prestigio sociale.

Esattamente però come succede anche con i medici, gli ingegneri ed i notai, può capitare anche al migliore degli avvocati di commettere qualche errore. E l’errore dell’avvocato può essere di poco momento, con conseguenze limitatissime o addirittura senza conseguenze. Però vi possono essere anche situazioni differenti, dove l’errore dell’avvocato produce un danno diretto, grave e, naturalmente, risarcibile.

Non per nulla il legislatore, con la Legge n. 247/2012, ha stabilito l’obbligo per un avvocato di sottoscrivere idonea polizza assicurativa per la sua responsabilità professionale. Il rapido mutamento normativo, le complessità del procedimento giudiziario, i cambiamenti giurisprudenziali (alle volte radicali) espongono infatti gli avvocati al rischio sempre più probabile di inciampare in qualche distrazione o qualche errore: termini perentori che scadono, eccezioni processuali non sollevate, errata individuazione della competenza.

La maggior parte degli avvocati, per altro, si dimostra assolutamente scrupoloso e corretto, rappresentando immediatamente al proprio assistito l’errore commesso e al contempo cercando una soluzione per rimediare all’errore: anche su questo si basa il rapporto fiduciario tra cliente e avvocato.

Ciò non di meno, è alle cronache che non tutti gli avvocati si comportano, una volta commesso l’errore, nell’interesse esclusivo del proprio assistito: a volte può capitare che il conflitto di interesse faccia desistere l’avvocato meno coscienzioso dal fare la cosa corretta (così come avviene, per altro, in tutte le categorie professionali…): tutto ciò è umano e comprensibile. Tuttavia è altrettanto comprensibile e giusto che un soggetto danneggiato da un errore di un avvocato abbia la possibilità di essere compiutamente e correttamente risarcito del proprio danno. In verità, grazie proprio all’obbligatorietà della polizza assicurativa professionale, oggi è certamente meno difficoltoso richiedere ed ottenere il giusto risarcimento, proprio in considerazione del fatto che l’avvocato che ha sbagliato può attivare la propria polizza assicurativa, componendo in questo modo il danno causato al proprio assistito.

A ciò si aggiunga che la complessità di un processo, le sue dinamiche interne, sono tali da risultare alquanto complesse da comprendere a chi, per sua fortuna, non ha avuto molta esperienza con i Tribunali. Certamente il sistema giudiziario italiano non brilla per celerità, e anche i Giudici, ovviamente, a loro volta sbagliano. Però è anche vero che se un medico commette un errore, le possibilità che il proprio assistito se ne accorga direttamente sono molto più alte se comparate con le probabilità che l’errore venga compreso e capito come tale anche da un cliente di un avvocato: è molto più facile, proprio a causa della complessità e dell’imperfezione del sistema giudiziario italiano, dissimulare un errore commesso da un avvocato e farlo percepire come un errore non dipendente dall’avvocato (ma ad esempio dal Giudice, dal cancelliere, dalla controparte, ecc…).

Insomma, il primo problema di un caso di LEGAL MALPRACTICE è proprio quello di comprendere di essere dinnanzi ad un vero e proprio errore professionale di un avvocato, e non invece vittime di errori commessi da altre figure professionali.

La materia della responsabilità professionale degli avvocati, per altro, è senz’altro molto complessa e implica, per sua natura, lo studio di tutti gli atti di una causa (magari di un procedimento durato anni): non è attività che si può improvvisare, ed implica il poter accedere a consulenti legali che valutino, caso per caso, l’esistenza o meno di un errore professionale e le sue conseguenze in termini di DANNO RISARCIBILE.

Se dunque ritieni di essere VITTIMA di un errore di un avvocato, ErroreAvvocato.it può aiutarti: inviaci la richiesta di assistenza. Analizzeremo il tuo caso con professionalità e competenza, ed insieme potremmo ottenere il giusto RISARCIMENTO DEL DANNO, nel rispetto della professionalità altrui, ma senza timori reverenziali.